Intolleranza Genetica al Lattosio

 

Intolleranza Genetica al Lattosio

 

Il lattosio è un disaccaride formato da due zuccheri: glucosio e galattosio. È il principale carboidrato contenuto nel latte dei mammiferi. La corretta digestione del lattosio dipende dalla presenza nell’intestino dell’enzima LATTASI, che lo scinde nei due carboidrati facilmente digeribili di cui è composto: glucosio e galattosio. Oltre che nel latte, il lattosio è presente anche in tutti i suoi derivati: latticini, formaggi, creme, panna, gelati, ecc.
L’intolleranza al lattosio è la forma più comune di malassorbimento dei carboidrati e colpisce persone di ogni età. La causa di questo malassorbimento è dovuta alla carenza di lattasi, normalmente presente nel piccolo intestino. La mancata scissione del lattosio in glucosio e galattosio, comporta il passaggio della molecola inalterata attraverso l’intestino tenue, che richiama acqua fino al colon, dove viene scissa in ammoniaca, idrogeno e anidride carbonica. Il conseguente quadro clinico è caratterizzato da flatulenza, meteorismo, gonfiore e distensione addominale, crampi addominali e diarrea. I sintomi compaiono di norma da 30 minuti a 2 ore dopo l’ingestione di lattosio.

Nel caso di diagnosi di intolleranza al lattosio non è sempre necessario eliminare completamente i prodotti che lo contengono, grazie al fatto che può esserci una minima attività residua di enzima, ma può essere sufficiente solo ridurli.

Il test genetico permette di definire la predisposizione genetica all’intolleranza al lattosio e consente di correggere il proprio comportamento alimentare.

Tecnica impiegata        Real-Time PCR
Materiale richiesto       Sangue in EDTA o tampone buccale

i nostri Settori